VENERDI’ 16 MAGGIO 2008 ORE 18,00 – BORGO DI LANCIANO:

La Comunità Montana Alte Valli del Potenza e dell’Esino e il Consorzio di Bonifica del Musone, Potenza, Chienti, Asola e Alto Nera hanno organizzato, per venerdì 16 maggio 2008 alle ore 18,00 nel Borgo di Lanciano (Castelraimondo), un incontro per illustrare il nuovo progetto preliminare dell’invaso sul Rio Capo d’Acqua, un’opera ritenuta indispensabile per dare una soluzione ai problemi di utilizzo delle risorse idriche, problemi posti sempre più in evidenza dal sensibile calo delle attuali risorse specie nel periodo estivo. “Abbiamo ritenuto opportuno convocare questo incontro – spiega il Presidente della Comunità Montana, Gianluca Chiappa – a cui sono invitati a partecipare tutti i sindaci, gli amministratori, i consiglieri comunali dei comuni del comprensorio montano nonché i consiglieri regionali della nostra provincia, per permettere al Consorzio di Bonifica di presentare ufficialmente il nuovo progetto di sbarramento che contempla una soluzione diversa rispetto a quella del 1986 accantonata a causa di un impatto ambientale non accettabile, ed in particolare per dare a tutti l’opportunità di conoscere ed esprimere la propria opinione su questa opera che dovrebbe rivestire una grande importanza per le nostre valli”. Il nuovo progetto di invaso prevede uno sbarramento non più direttamente sul fiume Potenza, ma su un suo affluente il Rio Capo d’Acqua, a monte della località Bivio Ercole nei pressi del comune di Fiuminata. Tale soluzione di utilizzo regolato delle risorse idriche del fiume Potenza supererebbe gli ostacoli e gli inconvenienti del progetto precedente che avrebbe inciso anche sul tracciato della S.S. 361 nel tratto della galleria in costruzione a Passo Cornello. San Severino Marche, 12 maggio 2008 Cristiana Zampa (Ufficio stampa)

Data di pubblicazione:
12/05/2008
facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
Questo sito è realizzato da Task srl
ed è sviluppato secondo i principali
canoni dell'accessibilità.
Recupera la password